ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

L’Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) è un servizio tutelare a valenza socio- sanitaria che prevede:

  1. – Un percorso programmato in maniera congiunta tra diversi soggetti (Unità di – Valutazione Integrata – U.V.I.);
    1. – Una progettazione personalizzata ed individualizzata,
    1. – L’integrazione delle prestazioni socio-assistenziali, fornite dal Comune/Azienda, e delle prestazioni sanitarie, forniti dall’A.S.L. di riferimento.

L’assistenza domiciliare integrata è un servizio rivolto ad anziani in condizioni di limitata autosufficienza, non autosufficienti e/o di recente dimissione ospedaliera, che necessitano di prestazioni sanitarie, oltre a prestazioni di assistenza domiciliare di tipo sociale. Parliamo di interventi che possono essere erogati in un contesto domiciliare e che non richiedono, pertanto, il ricovero in strutture residenziali sanitarie o ospedaliere. La finalità del servizio è quella di limitare la permanenza o il ricovero degli anziani in strutture sanitarie ed ospedaliere e di favorire la continuità delle relazioni sociali, limitando il rischio di emarginazione sociale e prevenendo la degenerazione del quadro clinico.

Destinatari. Disabili in condizione parziale o totale non autosufficienza, residenti nei Comuni

Afferenti all’Azienda Consortile e che vogliono essere assistiti presso il loro domicilio.

Come si procede. Viene effettuato un iniziale colloquio con un operatore del Servizio di Segretariato Sociale o Antenna Sociale, per effettuare, attraverso la somministrazione della Scheda di Accesso, una prima valutazione rispetto alle esigenze espresse. Diversamente ci si può rivolgere al Distretto Sanitario competente territorialmente e presentare richiesta, su apposito modello compilato a cura del medico di medicina generale. Le richieste saranno poi valutate dalla Commissione di Valutazione Integrata.

Modalità di Accesso

Per accedere al servizio. Accesso differito – subordinato all’esito dell’Unità di Valutazione Integrata.

Rivolgersi all’Ufficio di Segretariato Sociale o Antenna Sociale del proprio Comune di residenza.

Quando. Nei giorni e negli orari di ricevimento previsti per l’accoglienza del pubblico e indicati nella sezione Recapiti e Riferimenti Utili.

Rivolgersi all’Unità di Relazione con il pubblico del Distretto Sanitario di riferimento.

Modulistica. Scheda di Presa in Carico.

0
Positivi
0
Decessi
0
Ricoveri
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto